16 aprile 2019

Vecchia Grappa di Prosecco 50° Anniversario: una storia straordinaria

un distillato inimitabile

Sono i primi anni ‘60 quando Pier Liberale Fabris, nipote di Andrea Da Ponte, crea e inizia a perfezionare un prodotto assolutamente inedito ed esclusivo, mai realizzato prima d’ora: la grappa da vitigno unico distillata solo da vinacce bianche, provenienti dal vitigno più famoso al mondo: quello di Prosecco.

A questa eccellenza, Pier Liberale riserva anche otto anni di invecchiamento in botti di rovere del Limousin seguendo i dettami del Metodo eccelso del maestro Matteo Da Ponte che indicava come “…con la stagionatura in fusti di legno, di quercia, o rovere, l’acquavite va gradatamente acquistando il colore dorato e quell’amabilità ed aroma che distinguono i cognac francesi”.

Nel 1969 nasce così la Vecchia Grappa di Prosecco che si impone subito sul mercato come novità assoluta, capace di elevare la grappa a distillato d’eccellenza e di incontrare il plauso anche degli estimatori più esigenti nei migliori salotti d’Italia e d’Europa.

L’evoluzione di questo prodotto superlativo culmina oggi con la Vecchia Grappa di Prosecco 50° Anniversario, una riserva invecchiata vent’anni: un distillato inimitabile e l’unico capace di dare il giusto risalto ad un evento assolutamente straordinario.