16 aprile 2019

La distilleria Andrea da Ponte a Vinitaly 2019

Si è appena conclusa la 53ima edizione di Vinitaly, il salone internazionale dei vini e distillati che ogni anno attira a Verona migliaia di visitatori e vede presenti più di 4000 aziende espositrici.

Per questa edizione, la distilleria Andrea da Ponte ha presentato una delle novità più importanti della sua produzione, la Riserva del Fondatore, a cui ha affiancato l’Amaro 33 allo Zenzero e, ovviamente, le sue splendide 5 eccellenze.

Motivo clou di questa edizione di Vinitaly, però, è stata la Vecchia Grappa di Prosecco che proprio quest’anno, il 2019, compie 50 anni: a lei, la distilleria ha dedicato diversi eventi e promozioni anche sui social oltre ad una Riserva invecchiata vent’anni che si è distinta come un distillato veramente inimitabile e l’unico capace di dare risalto alla grande intuizione di Pier Liberale Fabris che per primo, negli anni ’60, pensò ad una grappa di monovitigno da uve di Prosecco invecchiata per otto anni in fusti di rovere di legno di quercia del Limousin.